congiuntivo, imperfetto. Salve, ho un dubbio che mi sta letteralmente affligendo su una frase, volevo domandarle se mi può dare una risposta ben motivata per piacere. Grazie e una buona giornata a tutti e a tutte. Prof. Anna, Bellissimo questo sito e vorrei approfittare per togliermi un dubbio che mi ronza in testa da qualche giorno. 2) Se pensassi che tu volessi essere qui per me, sarei pazza L'IMPERFETTO . !”, Cara Prof Anna, Coniuga il verbo che vedi al congiuntivo imperfetto nella persona indicata e dai invio. Se si tratta di una domanda al presente è facile: il tempo della domanda non cambia, devi solo passare da indicativo a congiuntivo (a parte per il futuro, in cui si tiene l'indicativo perché il congiuntivo futuro non c'è: un altro caso di "c'è un limite alla complicazione dei verbi in italiano"). ” È come se Alberto non fosse capace di giocare ma ci provasse lo stesso , ecco , non cambierebbe nulla ” . à è é ì ò ó ù. Buonasera Prof. Anna: tempo fa parlammo del verbo evidenziare e del verbo risultare e mi è rimasto solo un piccolo dubbio sul verbo risultare: mi disse che andrebbe sempre usato il conguntivo, giusto? Ad es. Prof. Anna. Un saluto avrei voluto che fossi venuto (cong.trapassato) con me- la subordinata esprime contemporaneità o anteriorità, Poi volevo anche chiedere come esprimere bene le frasi tipo: Prof. Anna, Scusi.. nell’ultima frase volevo dire “…se mangiassi in quei posti” a migliorare le prestazioni, lei riuscirebbe a riconoscerlo?”. Caro Lukekiss, non è un errore grave, il congiuntivo dà alla frase una sfumatura di insicurezza. *o, nel caso lo siano entrambe e fossero intercambiabili, in cosa consiste la diversa sfumatura di significato. Ma nella frase “i miei genitori hanno voluto che facessi l’università = my parents wanted me to … Prof. Anna, Mi è piaciuta morto questo sito por lá possibilita di capire i tempi verbal qui. Prof. Anna, Fare questi esercizi capisco che sono piu pronta per superare Celi3 ~_~, Cara Migena, in bocca al lupo! Un saluto Grazie !!! Soukromí & Cookies: Tento web používá cookies. Da quel che so, la locuzione temporale ‘prima che’ richiede obbligatoriamente l’uso del congiuntivo, quindi secondo me la frase è grammaticalmente scorretta. Mi scusi, avrei anche un piccolo dubbio relativo al verbo evidenziare che giustamente mi ha detto che richiede sempre il congiuntivo. È corretto dire, l’unica persona che speravo si fermasse fossi soltanto tu, Cara Veronica, è corretto dire “L’unica persone che speravo si fermasse eri tu”. Se potesse andarti bene ti consegno subito il libro. Col condizionale invece non sottintendi la presenza di una subordinata ed il condizionale svolge il consueto ruolo di posteriorità rispetto al passato. imperfetto congiuntivo if she was beautiful then. ἵ-ει: ἵ-ε-το: 2 ª Duale: ἵ-ε-τον: ἵ-ε-σθον: 3 ª Duale: ἱ-έ-την: ἱ-έ-σθην: 1 ª Plur. Quali ausiliare usare? Molto bello questo programma! Non converrebbe l’uso del condizionale: “…che vorrebbero imparare …” Grazie ancora e buonasera. contemporaneità first conjugation second conjugation third conjugation inchoative reflexive auxiliary avere auxiliary essere regular irregular. Prof. Anna. Prof. Anna, Buon giorno Prof. Anna, Era un errore così enorme usare il congiuntivo presente o la frase così discortese? Per curiosità, lei con frasi come queste come si esprime? Grazie Grazie mille, Cara Franca, nel caso in cui “quando” significhi “se” è corretto usare il congiuntivo trapassato (se fossi venuto, l’avresti visto), mentre nella frase con il condizionale passato il valore è solo temporale. Un saluto io starerò tu starerai egli/ella starerà noi stareremo voi starerete essi/esse stareranno Indicativo passato prossimo. Penserei che ti sbagliassi, ma ti conosco bene e so che non può essere così; Avrei creduto che tu mi dicessi la verità; 2. Sarei per l’indicativo, dato che esprimo una cosa concreta, però quel più preziosa potrebbe richiedere il congiuntivo? Si forma aggiungendo al tema del presente l'aumento, una particella che in origine era un avverbio con valore temporale (significato: una volta), che è ἐ-, e le desinenze secondarie o storiche. Quel suo dsdovrebbe usare il cong imprefetto vuol dire che si può dire anche ad es. Prof. Anna, alla domanda: perché non ti sei preoccupato di tuo figlio? Grazie mille. Tutte le coniugazioni del verbo dovere - indicativo, condizionale, congiuntivo, condizionale, imperativo, gerundio, infinito e participio. Prof. Anna, Ho coosciuto oggi questo sito che mi ha aiutato molto. La subordinatà circostanziale: Sono introdotte da una congiunzione di subordinazione. Prof. Anna, la frase “…le quali hanno confermato la formazione di complessi che presentassero un asse di simmetria.” può essere considerata corretta? 1) Il verbale della polizia riportava che Tizio avesse le cinture di sicurezza; 2) Il verbale della polizia riportava che Tizio aveva le cinture di sicurezza, Caro Lukekiss, in questo caso puoi usare l’indicativo imperfetto (aveva). Con evidenziare ci vuole indicatiVo se dico ad es. Perché è giusta l’una o l’altra, di che proposizioni si tratta? Salve, in questo periodo non ho capito, anche se corretta , la successione dei due congiuntivi imperfetti ( fosse e provasse ) . Quale delle due frasi é corretta? Caro Jose, di norma il congiuntivo imperfetto si usa quando il verbo della principale è al passato, mentre con il verbo della principale è al presente si usa il congiuntivo passato per esprimere anteriorità, ma a volte è possibile trovare il congiuntivo imperfetto anche quando il verbo della principale è al presente, in questo caso indica un’abitudine nel passato. Prof. Anna. Probabilmente + indicativo o congiuntivo? Prof. Anna, Salve prof.Anna mi potrebbe chiarire dei dubbi che mi tormentano? Prof. Anna, Le risulta scorretto dire: Abitare è un verbo regolare, transitivo. A presto Tu pensi che io non sia voluto venire . Un saluto 1st person plural. Se vuoi approfondire questo argomento, ti consiglio di leggere questi articoli: https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2012/03/29/il-periodo-ipotetico-dellirrealta/; https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2012/03/15/il-periodo-ipotetico-della-realta-e-il-periodo-ipotetico-della-possibilita/. Credo sia errata la prima e corretta la seconda. Un saluto Un saluto A presto Se così non fosse, non comprendo come mi venga così naturale l’uso del congiuntivo laddove la consecutio vorrebbe il condizionale passato. Prof. Anna. Prof Anna è corretto dire: mi ero scordata come ci si sentisse dopo aver guardato un bel film ? Prof. Anna. -Non c’erano strade che potessero portare in cima. Prof. Anna. Il congiuntivo imperfetto. Chiunque avesse voglia, può venire… Chiunque abbia voglia, può venire… Dato che il congiuntivo imperfetto indica un’ipotesi, diversamente dal tempo presente, io utilizzerei “avesse” o sbaglio? Cara Daniela, la frase corretta è la prima “l’unica persona che sapeva dove fossi stata”. Grazie Per esempio: É giusto quello che ho scritto in questa e-mail? I verbi che al presente indicativo cambiano la loro accentazione come espérer, oppure la aggiungono come acheter, o ancora raddoppiano l’ultima consonante di radice come appeler, formano il congiuntivo imperfetto con lan loro normale radice, senza subire alterazioni: ESPÉR -, ACHET-, APPEL-. C’è però da dire contro la mia stessa tesi che se uno togliesse il complemento oggetto la frase, seppur priva di significato logico, sintatticamente regge. Qualche volta mi vengo dei dubbi sull’uso del congiuntivo… I verbi del primo gruppo all'imperfetto prendono a volte l'aumento in ε- o η-. Cara Assunta, in questo caso sarebbe più adatto l’indicativo, poiché il verbo “sapere” non esprime un dubbio o un’eventualità: “so chi era mio padre”, se il verbo fosse preceduto da una negazione, potremmo usare il congiuntivo “non so chi fosse mio padre”. Un saluto Quello che non capisco è che in entrambi i casi la subordinata, mi pare, sia temporale che condizionale, nel senso che il quando l’avrei o avessi smascherato è sempre successivo al ero curioso di vedere che reazione avrebbe avuto, e le condizioni sono se ,eventualmente, l’avessi smascherato, oppure quando eventualmente l’avrei smascherato. Un saluto Prof. Anna. Caro Stefano, è corretto sia usare l’indicativo sia il congiuntivo, il congiuntivo verrà usato se chi parla vuole dare una sfumatura eventuale all’azione. Grazie, Caro Giorgio, è corretta la frase con il condizionale passato se l’azione espressa nella subordinata è posteriore rispetto all’azione espressa nella reggente. Prof. Anna, Dopo una certezza mi è venuto un dubbio atroce: “…qualora lo riteneste opportuno” oppure “qualora lo riteniate opportuno” ? E' equivalente all' inglese used to o was e talvolta alla forma was (were) + -ing. Un saluto Era strano che mi figlia non mi telefonasse,ma poi ho saputo che aveva dimenticato il celulare in treno. As always, just take your time with this, take notes in the way that makes the most sense to you, and watch the video a couple of times to help let things sink in! Grazie e buona serata. Che poi c’è chiunque, quindi potrebbe essere anche una relativa con valore restrittivo. Samanta sarebbe il caso che tu stessi tranquilla. Con evidenziare ok indicativo ma se dico avevo evidenziato che mi avessero incastrato o che potessero incastrarmi, oltre che avrebbero potuto incastrarmi, va bene? Qualora vi arrivasse dei video…, Cara Angela, la frase corretta, dopo “qualora” si usa il congiuntivo, ma la scelta tra congiuntivo presente o imperfetto dipende dal grado di probabilità che si vuole esprimere: “qualora vi arrivino dei video” presental’ipotesi come piú probabile rispetto a “qualora vi arrivassero”. Grazie, Caro Niccolo, le frasi corrette sono: “vorrei tanto risvegliarmi e scoprire che tutto questo era-è stato solo un incubo”; “non è giusto che un giorno renderai migliore la vita di qualcuno che non ti apprezzerà e meriterà mai quanto me”. Prof Anna quale delle due frasi è la corretta e perqué: Un saluto vivere stare conoscere dare prendere scrivere chiamarsi aprire capire possedere mangiare avere mettere … Buon giorno prof Anna. A kötőmód imperfetto tövét megkapjuk, ha elhagyjuk a főnévi igenév -re végződését. Prof. Anna. Vorrei sapere se in questa frase e in altre dello stesso tipo è meglio usare il congiuntivo passato o il condizionale passato. “Mio papà mi chiese se mi fosse piaciuto provare”. Prof. Anna, Qual è la forma corretta? Cara Maria Grazia, in questo caso il congiuntivo non è necessario, mentre il condizionale passato esprime un rapporto di posteriorità rispetto alla reggente: “volevo vedere (nel passato) come lo avresti fatto (nel futuro)”. Prof. Anna, Gent. Grazie, Caro Gio, si può anche usare l’indicativo imperfetto: “dici che voleva”, comunque è più corretta la frase il congiuntivo imperfetto. Vorrei chiedere se è’ giusto, ” in qualsiasi ruolo mi troverei” o “in qualsiasi ruolo mi trovassi”? 2)lo farò purché tu mi dica tutta la verità. Caro Marco, in dipendenza da un tempo presente per esprimere contemporaneità è necessario usare il congiuntivo presente, non imperfetto. grazie e buona serata. Prof. Anna, Possiamo dire 1)non volevo che tu ti sentissi che io ti ingannasi. Salve, vorrei sapere se queste frasi sono corrette oppure no (dal punto di vista dei tempi verbale) e le differenze: 1) Pensavo che si sarebbe sistemato tutto quando il bambino sarebbe nato. Un saluto Un saluto Prof. Anna. Caro Angelos, si ha un rapporo di contemporaneità quando il verbo della dipendente esprime un’azione contemporanea (che cioè si svolge nello stesso periodo di tempo) a quella espressa dal verbo della reggente: “penso (oggi) che tu (oggi) sia felice”, “pensavo (ieri) che tu (ieri) fossi felice”. QUESTA VOLTA HO FATTO TUTTO PER BENINO…E VIVA! Credo che Stefano . grazie, Cara Cinzia, è corretto: “ho sempre pensato che lei fosse una bella persona”. Un saluto Prof. Ana, Buongiorno… E io che speravo che di oggi avessi riacceso il telefono. Conjugate verb. L'imperfetto si usa principalmente per: 1. A presto Vorrei tanto risvegliarmi e scoprire che tutto questo era/sia stato/fosse solo un incubo; A presto, E’ come se vi conosceste da sempre La frase sarebbe quindi: “Aveva promesso (che avrebbe regalato) un libro a chiunque avesse svolto tutti i compiti entro il giorno dopo.” Prof. Anna, Volevo sapere se questa frase è giusta? Questo test online ti permette di controllare il tuo grado di conoscenza del congiuntivo imperfetto. A presto Prof. Anna, Gent. “Aveva promesso a chiunque avesse svolto tutti i compiti entro il giorno dopo.”, Cambiando il verbo: “Aveva scritto a chiunque avesse svolto tutti i compiti entro il giorno dopo.”. Un saluto Caro Stefano, si usa il congiuntivo imperfetto dopo un verbo al condizionale se questo verbo esprime volontà o desiderio (volere, desiderare, preferire ecc. Abbiamo preferito evitare di sovraccaricare la lezione con troppe nozioni per non creare confusione, però visto che l’hai fatto notare abbiamo deciso di aggiungere una nota nella spiegazione scritta. Prof. Anna, sono studiando l’Italiano siccome vado alla scuola serale per imparare la lingua…….. The Congiuntivo Imperfetto is used very often with the Indicativo Imperfetto, which is the regular Imperfect Tense that I went over in Grammar Basics 4, and the Condizionale Presente, which is the Conditional Tense that I went over in Grammar Basics 6. Ciao, io ho un dubbio: ho incontrato degli esempi di congiuntivo imperfetto dove il verbo della frase principale era in indicativo. .Temiamo che (non esserci) più niente da fare passato congiuntivo if she has been beautiful once. Prof. Anna, Mi scusi, vorrei sapere se questa frase è corretta “Se non dovesse stare a badare a me forse vi sareste già sposati”. Per quanto riguarda la sconda frase è corretto sia usare il condizionale passato che in questo caso serve a esprimere un futuro nel passato, mentre se si usa il congiuntivo la frase introdotta da “quando” ha sia un valore temporale sia condizionale, cioè l’azione è considerata probabile, non del tutto sicura. James, Caro James, è corretta la prima frase: quando il soggetto è lo stesso nella principale e nella subordinata, come in quessto caso: (io) vorrei, (io) essere italiano, è più comune usare l’infinito, cioè la forma implicita, piuttosto che la forma esplicita col congiuntivo. Un mio amico mi ha corretto dicendo che ci va il fosse Si coniuga con l'ausiliare avere.. Qui sotto potrai trovare tutte le coniugazioni del verbo abitare: indicativo (presente, passato prossimo, imperfetto, trapassato prossimo, passato remoto, trapassato remoto, futuro semplice, futuro anteriore), congiuntivo (presente, passato, imperfetto, trapassato), condizionale (presente, passato), imperativo (presente), … Samanta sarebbe il caso che tu stia tranquilla. If you use any tense other than indicativo presente, you automatically remove congiuntivo presente and passato out of the equation. “Sono curiosa di sapere cosa ci fosse dentro a quel bicchiere.” È corretto? Caro Stefano, in questo caso il congiuntivo non è necessario, negli esempi precedenti era corretto per la presenza dell’espressione “il fatto che”, mentre in queste prime due frasi è corretto l’indicativo: “avevo evidenziato che mi avevano incastrato- che potevano incastrarmi”, mentre il condizionale passato è corretto per esprimere posteriorità rispetto alla principale. Prof. Anna. so che il congiuntivo presente sarebbe stato più opportuno. imperfetto (feminine singular imperfetta, masculine plural imperfetti, feminine plural imperfette) imperfect, faulty Antonym: perfetto; Noun . Quale tra queste due frasi è corretta : avrei voluto che tu venissi con me; oppure: avrei voluto che fossi venuto con me. E’ corretta la frase: Congiuntivo o condizionale? Gentile Prof. Anna. Prof. Anna. Prof. Anna. Weilà raga! 1. In italiano, il congiuntivo è il modo del verbo con cui si esprimono sentimenti come il dubbio, il desiderio, l’incertezza o la possibilità.Se l’indicativo è il modo della certezza o dell’obiettività, con il congiuntivo si dà invece voce alla soggettività di chi scrive o di chi parla, e come tale viene utilizzato soprattutto nelle subordinate. Ringraziando anticipatamente delle risposta porgo distinti Saluti…, Caro Mwitu, la frase che mi scrivi è corretta ed è un congiuntivo imperfetto. L’esamen sarà martedi allora facendo gli esercizi mi andrò bene…….penso…:-)), Cara Christeò, in bocca al lupo! Salve, vorrei un parere su questa frase “Comunque, io so chi fosse mio padre” è corretta? Per ripassare la concordanza dei tempi con il congiuntivo, ti consiglio questo articolo: https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2012/10/18/la-concordanza-dei-tempi-con-il-congiuntivo-1/. Lo troveremo quindi in tutte le persone dell'imperfetto attivo, eccetto la prima e la seconda … Prof. Anna. by maestra_fiore: Verbi regolari by CynthiaA: Infinito dei verbi by MaestraStefi2020: trova il verbo by giuseppinamandelli: Riflessivi by Postinessa: Coniugare al modo indicativo il verbo osservare by Sandra_Guidolin: Il verbo by tizianamuto: Passato Prossimo o Imperfetto? “L’unica persona che sapesse dove fossi stata era….” o forse “l’unica persona che sapesse dove ero stata”? 2) Il congiuntivo imperfetto si usa anche dopo i verbi e le espressioni che reggono il congiuntivo quando sono al condizionale semplice , per esprimere un’azione contemporanea o futura rispetto all’azione nella frase principale. Prof. Anna. Discutendo con amici è nata la seguente frase: “Se mi garantisse che facesse la pizza sempre così buona”. Caro Doxos, nelle frasi 1 e 2, il primo condizionale passato, in dipendenza da un verbo al passato (pensavo), esprime un’azione posteriore rispetto a quella espressa dalla reggente, anche nella frase introdotta da “quando” il verbo al condizionale passato esprime il futuro del passato, il congiuntivo imperfetto invece dà un senso ipotetico alla frase. Pietro pensava (imperfetto indicativo), che le sigarette fossero sul tavolo. Grazie. ἵ-ε-μεν: ἱ-έ-μεθα: 2 ª Plur. IL CONGIUNTIVO IMPERFETTO. Prof. Anna. “se tu sapessi cucinare e mi invitassi….” ?? Marina, Cara Marina, solitamente dopo “prima che” troviamo il congiuntivo; sarebbe interessante sapere con più precisione in quale contesto può esserci anche il condizionale. Se hai dubbi o domande, non esitare a scrivermi. Grazie. Ad esempio: Vorrei che il Milan vincesse il derby; Magari il treno arrivasse in orario! Prof. Anna. Caro Fabio, in entrambe le frasi si usa il congiuntivo presente, quindi: “resta fermo lasciando che ci pensi lei” e “resta fermo e lascia che ci pensi lei”. Un saluto Un’altra frase letta nello stesso racconto: “L’unica persona che sapeva dove fossi stata era….” Sbaglio o dovrebbe essere: Sono contentissima!!! Molte grazie Al mio orecchio suonano entrambi corretti, ma lo sono davvero? A presto Cara Maria, dopo “non è vero che” possiamo usare semplicemente l’indicativo: “non è vero che nessuno ha (o aveva, dipende a che tempo ti vuoi riferire) mai trattato quelle tematiche?”. devo ugualmente usare indicativo? Un saluto A presto Con il verbo ecidenziare è la stessa cosa o ci vuole indicativo? A presto Non pensavo che fosse a Parigi. Grazie e buona serata. Un saluto Prof. Anna, Grazie mille! Via Roma) - 09125 Cagliari - Sardinia - ITALY. Grammatica Esercizi Vocabolario. Gentile professoressa, in questa frase che tempo è corretto usare il congiuntivo presente o imperfetto? Indice. Spero di aver chiarito il tuo dubbio. Sostituire il condizionale con un congiuntivo presente o imperfetto sarebbe sbagliato o ne cambierebbe solamente il tempo di riferimento? Si´ma che mi piaccia/ non posso dire. Avrei un dubbio sulla seguente frase e le chiederei quale delle due forme è corretta o, nel caso lo siano entrambe, in cosa consiste la diversa sfumatura di significato nel caso congiuntivo e condizionale non fossero intercambiabili. Caro Matteo, entrambi i modo sono corretti, il congiuntivo sottolinea il valore eventuale della frase. Questo fenomeno porta gli studiosi a parlare di usi modali dell'imper… Temo che mi sia spiegato bene. Mi ha aiutato molto a capire le mie capacità. Per ripassare il periodo il periodo ipotetico ti consiglio questi articoli: https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2012/03/15/il-periodo-ipotetico-della-realta-e-il-periodo-ipotetico-della-possibilita/; https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2012/03/29/il-periodo-ipotetico-dellirrealta/. I TEMPI SEMPLICI DEI VERBI (Presente e Imperfetto) Organizza per gruppo. We use a past tense or the conditional for the verb in the main clause. Un saluto 3- era contenta che ieri lui avesse accettato l’invito. Esercizi sull'utilizzo del congiuntivo e dell'indicativo. Tu dici che volesse Grazie 1) Se pensassi che tu vorresti essere qui per me, sarei pazza E’ il perché? 2. A presto.E’ molto utile il suo Blog Un saluto A presto Cara Celstin, benvenuta su Intercultura blog, se hai dubbi o domande non esitare a scrivermi. Scegli il verbo coniugato al congiuntivo presente o imperfetto per completare le frasi. Prof. Anna, Buonasera ho un dibattito sull” uso di una frase: Prof. Anna. Quando abbiamo un complemento oggetto come in questo caso (questa cosa) usiamo la particella;per esempio quando diciamo la domanda (mi prometti di fare gli esercizi; qualcuno risponde si te lo prometto (cioè questa cosa) non diciamo te ne prometto.il secondo esempio è qualcosa di diverso;grazie in anticipo. A presto Caro Stefano, la frase che mi scrivi è corretta; come per molti altri casi è corretto anche usare l’indicativo, mentre se è preceduto da -non- è necessario il congiuntivo: “non mi risultava che fossero sposati”, con “evidenziare” ci vuole l’indicativo. Queste frasi sono corrette? Cara Anny, la frase corretta è: “grazie per avermi accettato, sono con voi per qualsiasi cosa sia nelle mie facoltà!”. “Dove pensi che debba essere a quest’ora?” Prof. Anna. Cara Maria, la frase che mi proponi è corretta. Un saluto Vorrei sapere quale delle due versioni è la corretta. Mi piacciono questi esercizi, mettono a prova le mie capacità ! Mia domanda e’ questa: Un saluto a. Gli ausiliari Essere Io Fossi Tu Fossi Lui-lei Fosse Noi Fossimo Voi Foste Loro Fossero Avere Avessi Avessi Avesse Avessimo Aveste Avessero Le 2 persone del singolare sono identiche. Congiuntivo imperfetto Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. -Figurati se mi avrebbe fermato il suo parere 4) andrò a casa a meno che Mario ci possa entrare.. perché ha dimenticato le chiavi. Il congiuntivo presente presenta il desiderio dell’interlocutore come piú probabile rispetto al congiuntivo imperfetto; quindi i primi due periodi che mi scrivi sono corretti. 1.1 Particolarità dell'aumento; 1.2 Aumento nei verbi composti; 2 Flessione; 3 Note; … Me ne darebbe conferma, gentilmente? Un saluto L’unico dubbio che ho è relativo a un qualcosa di certo espresso da esami: dagli esami risultava inequivocabile che avessi o avevo un legamento rotto? The congiuntivo imperfetto is the "you would come" part; it is used with the principal verb—the wishing or hoping or dreading—in very specific tenses: the indicativo passato prossimo or imperfetto, or the condizionale presente. Un saluto Vediamo ora alcuni esempi coi verbi del 2° gruppo. -sebbene abbia queste caratteristiche, si pensa che Renzo sia un personaggio dinamico. Un saluto A presto Prof. Anna. Prof. Anna. Imperfetto: Indicativo attivo: Indicativo medio-passivo: 1 ª Sing. Prof. Anna. Esprimere abitudini passate:. Secondo lei sono corrette entrambe ? prof., In un messaggio recente lei mi ha consigliato di usare sempre l’imperfetto con mi servirebbe che e quindi anche negli altri casi, suppongo, ma vorrei sapere se usare il cong presente, come nei casi sopracitati è ok o non faccio buona figura. • Descrive un’azione evidenziandone lo svolgimento (imperfetto descrittivo) se sapessero che ci fosse un pezzo di torta in frigo? Grazie del Suo aiuto. Ho avuto (passato prossimo) l’impressione che tu stessi male. è corretta la frase: Prof. Anna, Ho letto questa frase: ed io che pensavo fosti a zappare. Prima di addentrarci nel vivo dell’argomento e parlare di regole e strategie da utilizzare per un uso corretto del congiuntivo, facciamo un brevissimo ripasso dei tempi di questo modo verbale (ricordiamo che nella lingua italiana i modi verbali sono sette; quattro espliciti – indicativo, congiuntivo, condizionale e imperativo– e tre impliciti – infinito, participio e gerundio). o e’ meglio usare l’indicativo presente e il congiuntivo passato? Un saluto The imperfetto is also used in storytelling to describe situations or a status that unfolds over an indefinite arc of time in the past and that does not come into … Grazie! vorrei sapere se la frase seguente è corretta: Buonasera Prof. Anna, sarebbe possibile sapere se è più corretto dire ero passato per vedere come lui si sentiva o come si sentisse? Prof. Anna, dice: “Aveva promesso un libro a chiunque avrebbe svolto tutti i compiti entro il giorno dopo.”. Come mai non c’è nessuno che abbia scritto il nome giusto? Se potrebbe andarti bene ti consegno subito il libro. Prof. Anna. * Preferivo che . Vedrai che riuscirai a trovare qualcuno con cui parlare e esercitarti e presto vedrai miglioramenti. Un saluto B)Sarebbe meglio optare per una soluzione che le CONSENTISSE maggiore elasticità di orari. A me pare che la porta non (chiudersi) si chiuda. A presto -malgrado la carestia di quell’epoca avesse il sopravvento sulla popolazione, Renzo, abile lavoratore e operaio, non subisce gravi perdite. È corretta la seguente espressione? intendo dire che la persona è stata smascherata. Prof. Anna. A presto Un saluto Prof. Anna. Grazie grazie Non si dovrebbe usare solo il congiuntivo imperfetto, in questi casi e perché tanti utilizzano il cong presente? Se possibile mi interesserebbe avere anche una breve spiegazione sul caso in modo da non sbagliare in futuro. A presto 1. – se il verbo della frase principale è all’indicativo passato prossimo: • ho desiderato (ieri) che tu ieri sera venissi → contemporaneità; – se il verbo della principale è all’indicativo imperfetto: • desideravo (ieri) che tu ieri venissi  → contemporaneità; – se il verbo della frase principale è al condizionale presente: • vorrei (oggi) che tu oggi venissi → contemporaneità; • vorrei (oggi) che tu domani venissi → poteriorità; – se il verbo della principale è al condizionale passato: • avrei voluto (ieri) che tu ieri venissi → contemporaneità; • avrei voluto (ieri) che tu oggi venissi → posteriorità.

Alessandro Plizzari Fifa 20, Assegno Figli A Carico, La Lupa Testo Riassunto Yahoo, Armani Silos Bar, 21 Ottobre Nati, Caldaie Baxi Assistenza,